Home > Societa concessionarie slot machine

Societa concessionarie slot machine

Societa concessionarie slot machine

I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano. Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito.

È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito in particolare punti 3 e 5: I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list vedere il punto 3 della nostra policy. Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione. Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

Cronaca Nera. Africa Express. Sono i padroni del gioco d'azzardo legale in Italia. Si spartiscono una torta che a fine arriverà a quota 80 miliardi di euro. Come dire, 16 volte il business annuo di Las Vegas o quanto basterebbe a sei o sette manovre finanziarie. Su questa cifra imponente lo Stato incassa il dieci per cento. E il settore ha mila addetti, di fatto la terza industria italiana dopo Eni e Fiat. Le big del mercato delle new slot, delle lotterie e delle scommesse sportive in Italia sono dieci e rappresentano metà di quel fatturato.

Dietro a loro ci sono altri 1. Alcune made in Italy sono perfettamente trasparenti — per esempio Lottomatica e Snai — mentre per altre con sedi all'estero è arduo stabilire proprietari e intrecci societari. Dubbi e sospetti sono stati sollevati nelle ultime settimane dalla Corte dei conti, dalla Direzione nazionale antimafia, dalla commissione parlamentare Antimafia e persino da una quarantina di parlamentari di tutti gli schieramenti politici che hanno presentato interrogazioni molto circostanziate. Il fatto è che sulle concessioni stanno per riaprirsi i giochi, visto che i contratti scadono il 16 maggio e che i requisiti di partecipazione diventano via via più rigidi.

C'è insomma chi rischia di non vedersi rinnovare la concessione. Ma chi c'è in realtà dietro quelle società sotto i riflettori dell'antimafia? Perché i Monopoli hanno accolto aziende con proprietà a dir poco oscure, a cui di fatto viene affidato il ruolo di esattore fiscale? Come funziona il sistema di scatole cinesi delle imprese che operano in Italia con azionisti esteri e con finanziarie in paesi come Svizzera, Lussemburgo o Antille olandesi?

Come finirà la partita del rinnovo delle concessioni? Mentre sono in calo sale Bingo e scommesse tradizionali, il gioco online è in pieno boom. Tutto è cominciato nel Quando i Monopoli di Stato hanno affidato alle dieci concessionarie la gestione delle macchinette elettroniche: Ecco com'è costituita in Italia la filiera, o "rete" del gioco legale, delle macchinette. Alle dieci concessionarie spetta la conduzione della rete telematica con l'obbligo di assicurarne l'operatività. Sono queste società a incaricare i gestori di installare gli apparecchi — attualmente mila — poi affidati agli esercenti, i locali pubblici dove gli utenti giocano.

Le concessionarie, come si è detto, hanno il delicato compito di esattori per conto dello Stato, in quanto oltre a incassare il proprio utile, incamerano anche il "Preu", prelievo erariale unico, che poi versano ai Monopoli. Il fatturato è appunto in continua crescita: E la raccolta del primo trimestre di quest'anno 18 miliardi di euro conferma un trend positivio più 17 per cento , rispetto allo stesso periodo del L'anno potrebbe dunque chiudersi con il record di 80 miliardi. Tanto più che nel Def — come ha denunciato qualche giorno fa il senatore Idv Luigi Li Gotti — il ministero dell'economia ha incrementato l'offerta dei giochi e ha previsto su questo fronte un aumento delle entrate erariali.

E sempre pochi giorni fa un membro della commissione Antimafia, il senatore Raffaele Lauro del Pdl — ex commissario antiracket e antiusura — ha proposto una commissione parlamentare d'inchiesta sul gioco d'azzardo e ha presentato un disegno di legge per vietare ai minori di 18 anni di incassare vincite in denaro. Ma vediamo quali sono le concessionarie. In prima fila Lottomatica e Snai, le uniche totalmente made in Italy. La Snai ha avuto un azionariato più diffuso e dopo gli ultimi cambiamenti di asset è controllata da due fondi di private equity che fanno capo uno alla famiglia Bonomi, l'altro a istituti bancari e assicurativi italiani.

Sulla Snai c'è in corso un'Opa. Le altre otto, invece, presentano azionariati in parte o del tutto protetti da sedi estere. Gamenet è al 42 per cento quota di maggioranza della Tcp Eurinvest, sede Lussemburgo. Hbg è al 99 per cento di proprietà della lussembrughese Karal: Il gruppo delle "lussemburghesi" è chiuso dalla Sisal, al 97 per cento della Sisal Holding finanziaria, Spa al per cento della Gaming Invest, sede nel granducato. Ci sono poi le società spagnole: Convinti che il mercato dei giochi fosse una specie di pozzo di San Patrizio senza fondo, negli anni passati i concessionari hanno pompato il parco macchine oltre ogni misura e ora le slot dilagano alimentando la pessima immagine che ormai accompagna il settore dei giochi.

La cifra era mila apparecchi, la data il 31 dicembre del In questa operazione di conquista si è distinta in particolare Codere , società presente da anni in Italia, ma che ha la sede principale in Spagna. Codere ritiene che la legge abbia imposto come punto di riferimento iniziale solo il numero complessivo delle macchinette a fine e come punto di arrivo mila slot nel Ma non la quota detenuta dai singoli concessionari che nel frattempo avrebbero potuto dismettere o acquistare slot a loro piacimento in base a logiche commerciali di libero mercato. Sulla base di questa impostazione Codere nel ha aumentato il suo parco macchine di oltre il 10 per cento: Corallo resta implicato nella vicenda giudiziaria che coinvolge anche il suo amico Gianfranco Fini , ma proprio in questi giorni il tribunale di Roma ha deciso gli venga restituita la concessione e possa tornare a operare con le sue macchinette.

La querelle è inevitabilmente finita al Tar del Lazio. Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano. Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Slot machine - Wikipedia

Global Starnet è una concessionaria per l'attivazione e conduzione operativa rete telematica finalizzata alla gestione del gioco lecito mediante new slot e VLT. La società opera in Italia tramite una branch, Global Starnet Limited (IT), ed è. Gestione e Noleggio Videogiochi, Rapporti con i Concessionari di Stato, Offriamo visibilità al vostro locale. 40 ANNI DI ESPERIENZA NEL SETTORE DEL. Le big del mercato delle new slot, delle lotterie e delle scommesse sportive in d'azzardo di Stato (slot machine, videopoker, lotterie e scommesse . Alcune delle società concessionarie invocano griglie d'accesso più rigide. Le big del mercato delle new slot, delle lotterie e delle scommesse sportive in i dati di Agipronews – il volume d'affari del gioco d'azzardo di Stato (slot machine, . Alcune delle società concessionarie invocano griglie d'accesso più rigide. Le concessionarie del gioco d'azzardo devono circa 98 miliardi di euro società che gestiscono le sale slot machine e il gioco d'azzardo in. Francesco Corallo, il re italiano delle slot machine e video lottery, perde la e concessionario (in questo caso la società del Gruppo Corallo). Più informazioni su: Giochi, Slot Machine questa operazione di conquista si è distinta in particolare Codere, società presente da anni in Italia.

Toplists